segno del 18 dicembre 2010

segno del 18 dicembre 2010
segno del 18 dicembre 2010

sabato 24 maggio 2014

1 stazione "Gesù è condannato a morte"

V. Ti adoriamo, Cristo, e ti benediciamo.
R. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo..
PAROLA DI DIO
Dal Vangelo secondo Marco. 15, 10-19
Diario:
Era il 24 dicembre, aspettavo quegli esami convinta che non avrebbero dato una risposta al perché quel nodulo sotto ascella non accennava a sfiammarsi. Ero anche un po scocciata. mammografia ed ecografia. Perché?! nei miei seni neanche l'ombra di un nodulo completamente liberi! insomma pensavo a una perdita di tempo.
Prima fanno la mammografia lui è un strumentista radiologo che mica può dare lui risposta. Poi però mi chiamano dentro per l'ecografia ma questa volta c'è il medico. Alla parete luminosa ci sono già appese le lastre della mammografia che ho appena fatto. E' come la scena di un film quando il protagonista é al centro e la cinepresa gli gira intorno. Sai già che qualcosa sta cambiando. Il cuore batte! I primi sintomi della paura si fanno sentire. Con gentilezza e delicatezza infinita ti fanno salire sul lettino. Loro lo sanno già!! Adesso vogliono solo la conferma. Parte l'esame che si concentra sopratutto nel punto dove c'è quel nodulo che da 9 mesi aveva fatto capolino andando e tornando ogni tanto. Il medico si fa venire il torcicollo a forza di guardare lo schermo dell'ecografo e le lastre della mammografia. Vorrebbe non vedere quello che vede, ma non può! L'esame è finito e mi rivesto. E sono lì ad aspettare la condanna. Io ho capito!Si è vero bisogna fare la biopsia che ci dirà la natura di queste lesioni. Ma noi lo sappiamo già! E così i miei occhi già pieni di lacrime incontrano quelle del medico che non riesce a trattenere le sue. Non riesce a dirmi nulla la sentenza è già stata emessa. Ci abbracciamo e con un sorriso mi consola dicendomi che si può guarire e che dovrò essere forte! Rispondo che la c'è farò..!
Preghiamo:
Maria tu che sei Stella della Speranza rimani accanto ai tuoi figli che subiscano condanna di qualsiasi natura essa sia. Così come sei rimasta accanto al Tuo Gesù nel'ora del'ingiustizia. amen
Padre nostro che sei nei cieli..... Amen.
Stabat Mater dolorosa, iuxta crucem lacrimosa, dum pendebat Filius.